Posso far uso di un UPS come sistema di accumulo? Assolutamente no, ecco perché!

Posso far uso di un UPS come sistema di accumulo? Assolutamente no, ecco perché!

Hai mai sentito parlare della leggenda metropolitana sull’uso degli UPS come sistema di accumulo? È nostra intenzione sfatare questo mito, approfondendo le principali differenze intercorse tra le due tecnologie.

L’utilizzo degli UPS è soggetto alla normativa CEI 0-21 che stabilisce il loro funzionamento e le norme tecniche a cui devono sottostare. Cosa fondamentale: ne vieta l’utilizzo come sistema di accumulo, prevedendo anche possibili sanzioni penali in caso di mancato rispetto della legge.

Cosa sono gli UPS e in cosa differiscono dalle batterie di accumulo?

Gli UPS sono gruppi statici di continuità utilizzati per mantenere costante l’alimentazione elettrica in corrente alternata di apparecchi elettrici. In caso di anomalie o di assenza stessa della rete, un UPS si stacca totalmente da essa, continuando a garantire l’erogazione energetica per un certo lasso di tempo proporzionato alla sua capacità. In questo troviamo la differenza sostanziale con un accumulo che è invece un immagazzinatore di energia proveniente esclusivamente dal fotovoltaico che rimane sempre collegato alla rete mediante l’interposizione del sistema inverter, la cui presenza rende un qualsiasi impianto a denominazione attiva.

Gli UPS vengono spesso sfruttati nei grandi uffici, dove un blackout energetico può compromettere il lavoro informatico di un’intera azienda. In questo caso la loro presenza previene la perdita di dati importanti, assicurando una continuità energetica utile per provvedere al relativo salvataggio.

Gli svantaggi degli UPS

Specifichiamo che gli UPS funzionano in genere con batterie al piombo per questo l’energia che va in batteria viene restituita solo per il 75% -80%. Inoltre l’energia prodotta in eccesso va sprecata perché non può essere immessa in rete e perciò non appena il caricamento della batteria sarà completato il fotovoltaico cesserà di produrre. Nelle giornate di sole avere un impianto fotovoltaico che carica le batterie e poi avere un distacco dalla rete è davvero inaccettabile!

È frutto degli ultimi ritrovati tecnologici la fusione delle due funzionalità: alcuni sistemi di accumulo a batteria di litio, come il Solax Hybrid, sono forniti di un sistema integrato di anti-blackout (che agisce sostanzialmente come un UPS) che consente all’accumulo di erogare ugualmente energia anche se la rete in quel momento è assente. Questa commistione tecnologica rappresenta sicuramente la scelta migliore per massimizzare il tuo autoconsumo e aumentare il grado di efficienza energetica della tua casa!

Vai all'articolo precedente:Tutto sul sistema di accumulo Solax Hybrid!
Vai all'articolo successivo:Finalmente la luce da Soladria con Tesla Backup Gateway 2
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri prodotti e ricevere offerte esclusive?

Iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter!

Orario Uffici: Lunedì-Venerdì 08:30 - 12:30 / 14:00 - 18:00 Sabato chiuso

Orario Magazzino: Lunedì-Venerdì 08:00 - 12:00 / 14:00 - 18:00 Sabato chiuso

Sistema di qualità conforme alle EN ISO 9001 e UNI EN ISO 14001

Soladria s.r.l.P. IVA: 01555300290N° REA: RO-415957Capitale Sociale: € 10.000,00
Viale Risorgimento, 40E/F - 45011 Adria (RO)
0426 945880
LoginAccount
Torna su
Cookie Image