Vorresti rendere ibrida la tua vecchia caldaia? Da oggi si può!

Vorresti rendere ibrida la tua vecchia caldaia? Da oggi si può!

Vorresti godere dei benefici di un sistema ibrido, ma non vuoi cambiare per forza la caldaia che hai già? Ebbene sì, esiste una soluzione anche per questo tipo di richiesta e consiste nell’”ibridizzare” la tua vecchia caldaia. Curioso di capire come rendere la tua caldaia ibrida e quali lavori devono essere fatti per renderla operativa? Continua a leggere!

In cosa consiste un sistema ibrido (caldaia a condensazione + pompa di calore)?

I sistemi ibridi consistono nel funzionamento combinato di una caldaia a condensazione e di una pompa di calore per il riscaldamento di casa o per avere acqua calda sanitaria. La cosa interessante dei sistemi ibridi è che possono essere installati anche senza rimuovere o cambiare i radiatori e il relativo impianto idraulico.

Il funzionamento ibrido permette di ottimizzare i costi per riscaldamento e acqua calda alimentando alternativamente o assieme la caldaia ibrida a gas (caldaia a condensazione) o ad elettricità (pompa di calore).

In più, per il funzionamento della pompa di calore, una caldaia ibrida può anche essere associata ad un impianto fotovoltaico.

Perché una caldaia "ibridizzata" anziché una ibrida e basta?

L’unico inconveniente (per così dire) dei sistemi ibridi è che la caldaia esistente deve essere per forza rimossa per far posto a quella ibrida. Cosa che potrebbe indurre a qualche ripensamento, soprattutto se la prima caldaia non è poi così vecchia o addirittura se è stata sostituita da poco.

Sarebbe un vero peccato rinunciare ad una caldaia semi-nuova (quindi anche efficiente dal punto di vista del risparmio energetico) e spendere altri soldi per quella ibrida. È proprio per evitare questo tipo di spreco che si sta facendo strada il sistema ibridizzatore.

In cosa consiste rendere ibrida la tua caldaia esistente?

Per questo sistema è necessario installare due componenti. La prima ovviamente è l’unità esterna della pompa di calore (da lì non si scappa). Non servono pompe di calore specifiche in quanto si usano le stesse che vengono installate per le caldaie ibride. La seconda parte invece è chiamata modulo ibridizzatore ed è il congegno che fungerà da collegamento tra caldaia, pompa e impianto idraulico.

Questo modulo si presenta come una piccola scatola che va installata vicino alla caldaia e permette di far funzionare la stessa  con qualsiasi pompa di calore, anche se di marca diversa. Il modulo poi deve essere collegato da una parte alle tubature dell’acqua calda della caldaia esistente, dall’altra al circuito della pompa di calore.

Cosa risparmio?

E' possibile ridurre di almeno la metà i costi per la fornitura di gas e questo vale sia per le abitazioni più datate che per quelle relativamente recenti, ma che sono state progettate comunque con un impianto di riscaldamento con caldaia a gas.

Commenti:
3
    emanuela valentini
    01/06/2020 14:55
    vorrei rendere ibrida la mia caldaia a condensazione
    stefania ganzerla
    01/06/2020 17:45
    Buona sera, per rispondere alla sua domanda e darle ulteriori dettagli le chiediamo se può inviarci il suo recapito telefonico e la sua zona di provenienza.
    Saluti
    Daniele Di Donato
    24/06/2020 12:03
    Buongiorno, solo una domanda
    Ma la pompa di calore può essere anche aria-aria?
    Grazie
    D. Di Donato
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image