Il progresso corre la Bridgestone World Solar Challenge!

Il progresso corre la Bridgestone World Solar Challenge!

Tra tutti i progetti più avveniristici che ci hanno sin da piccoli tanto affascinato, l’auto elettrica è ormai una realtà sempre più concreta, l’esempio più famoso ci è dato dal modello commercializzato da Tesla, disponibile ormai in molteplici forme sempre più adatte ad uso quotidiano. Se pensiamo invece alle auto da corsa la nostra immaginazione fatica a figurarsi un’auto alimentata ad energia solare concorrere in una vera e propria competizione. Sbagliato! Si corre in Australia la Bridgestone World Solar Challenge, una competizione riservata a soli veicoli alimentati da pannelli fotovoltaici.

L’edizione del 2017 si è conclusa il 15 Ottobre 2017 ad Adelaide, ha attraversato tutto l’Outback Australiano, il “cuore rosso” semi-desertico del continente, partendo da Darwin l’8 Ottobre, per un totale di 3000 km percorsi.

                                          

Sembra incredibile ma la storia di questa manifestazione è davvero lunga: son passati ben 30 anni da quando nel 1987 Hans Tholstrup e Larry Perkins hanno avuto la brillante idea di creare un mezzo alimentato ad energia solare per attraversare l’intera Australia. Entusiasti della riuscita della loro impresa, estesero la sfida di andare oltre le convenzioni dei mezzi di trasporto tradizionali ad altri numerosi costruttori. Ecco nata la World Solar Challenge.

Oggi la competizione vede gareggiare 3 classi: la categoria principale Challenger, a cui possono partecipare solo mezzi progettati per l’efficienza aerodinamica con 4 ruote ed 1 pilota; la categoria Cruiser che vede auto disegnate con l’obiettivo della praticità, che devono avere  4 ruote, 1 pilota e più passeggeri ed infine la categoria Adventure (l’unica non competitiva) a cui possono accedere anche veicoli che hanno partecipato ad altri eventi.

Tra i costruttori di queste auto speciali possiamo trovare alcune delle menti più brillanti del mondo, presentano i loro progetti infatti università ed istituti tecnici prestigiosi ed illuminati imprenditori privati provenienti da tutto il mondo.

Quest’anno ha visto trionfare per la settima volta nella Challenger Class la Nuon Solar Team, parte dell’ University of Technology di Delft proveniente dall'Olanda.

Soladria come Premier Partner SunPower è orgogliosa di annunciarvi che tra le 42 auto in gara, ben 30 erano forniti di pannelli fotovoltaici SunPower. Un’ulteriore prova dell’altissima qualità e del grado di avanzamento tecnologico del prodotto che vi proponiamo.

Quali sono gli obiettivi della Bridgestone World Solar Challenge?

Il primario obiettivo di questa manifestazione è certamente quello di promuovere, supportare ed implementare le ricerche tecnologiche sull’impiego dell’energia solare  applicata al settore automobilistico. Dai progetti dei veicoli partecipanti, si possono ricavare innumerevoli intuizioni sulle effettive soluzioni offerte dall’energia fotovoltaica a servizio soprattutto dei nostri mezzi quotidiani.

Più in generale, si può parlare di un evento che mette in risalto le capacità di resa dell’energia fotovoltaica  ad alti livelli di prestazioni di resistenza e di potenza.

Inoltre  questa gara già dai suoi albori può contare tra i suoi sponsor la South Australian Tourism Commission. L’organo di promozione turistica australiano ha visto nella World Solar Challenge  già dalla nascita una ghiotta occasione per far conoscere ed apprezzare il suo territorio, le sue città e e le sue principali attrattive.

Vai all'articolo precedente:Mai più rischi con la manutenzione dell'impianto fotovoltaico di Soladria
Vai all'articolo successivo:Il fotovoltaico ama la natura: tutti i benefici ambientali di un impianto.
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image