Il fotovoltaico ama la natura: tutti i benefici ambientali di un impianto.

Il fotovoltaico ama la natura: tutti i benefici ambientali di un impianto.

Hai sempre pensato che il fotovoltaico fosse solo una maniera per tagliare la tua bolletta? Oggi ti vogliamo illustrare i motivi che rendono vera l'equivalenza fotovoltaico = benefici ambientali, essendo una realtà consolidata tra le alternative energetiche all'uso dei combustibili fossili e alla relativa dispersione di anidride carbonica (CO2).

Si sta combattendo una vera e propria battaglia per la salvaguardia dell’ambiente e l’energia solare è una delle più grandi alleate per ottenere la diminuzione delle emissioni di CO2. La sua dispersione sconsiderata è la principale causa delle drammatiche conseguenze dovute all’effetto serra e i suoi ben noti effetti sui cambiamenti climatici in atto.

I governi mondiali sono corsi ai ripari, stilando già nel 1997 il protocollo di Kyoto, un trattato internazionale in materia ambientale ratificato da 192 paesi mondiali che si impegna a ridurre le emissioni di gas serra fino al 2020.

Come già sai sono le piante ad assorbire l’anidride carbonica dall’ambiente per ricavarne nutrimento, è stabilito dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici che un albero in media può assorbire circa 10 kg di CO2. Se installi un piccolo impianto fotovoltaico ad uso domestico di 3 kWp è come se piantassi la bellezza di 190 alberi sul tuo tetto, arrivando a risparmiare l’emissione di 38 tonnellate di CO2 in 20 anni.

Ma i benefici sull’ambiente non finiscono qui, avere un impianto fotovoltaico in esercizio significa NON inquinare dal punto di vista:

  • chimico, non producendo residui, emissioni o scorie;
  • termico, le temperature raggiungono un valore massimo non superiore a 60°;
  • acustico, un impianto fotovoltaico non emette alcun rumore durante il suo esercizio.

La fonte fotovoltaica rappresenta un grande garanzia per la sicurezza dell’ambiente perché è la sola a non richiedere elementi in movimento e circolazioni di fluidi a temperature o a pressioni elevate.

Un altro vantaggio è dovuto alla generazione di energia distribuita sul territorio, un fattore da non sottovalutare perché limita i rischi di sicurezza al minimo e annulla le dispersione energetiche derivate dal trasporto sia delle materia prime impiegate, sia dell’energia elettrica stessa una volta prodotta.

Un Inesauribile Vantaggio

L’energia solare sfrutta l’irraggiamento solare che è una fonte energetica inesauribile, elemento importante perché rassicura molto sulla questione mondiale dell’approvvigionamento energetico. Il mercato dei combustibili fossili si fa vertiginosamente sempre più spietato, a causa di una domanda energetica sempre più in crescita e la progressiva diminuzione delle risorse di uranio, petrolio, gas e carbone. Affidarsi al Sole in quanto risorsa energetica infinita potrebbe essere la più saggia soluzione per risolvere il problema del fabbisogno energetico mondiale.

Per ultimo, certo non per importanza, è il riciclo quasi totale dei moduli una volta smantellato l’impianto. La loro durata media è molto notevole (25-30 anni), una volta esaurito il loro ciclo di vita utile ben il 98% dei suoi componenti è riciclabile. Un modulo è infatti composto dal 70% di vetro, il 16% di alluminio e la restante parte da tedlar (materiale plastico), rame e silicio: tutte materie prime non inquinanti e tutte rigorosamente riciclabili!

Soladria gioca la sua parte collaborando con PV CYCLE, l’associazione europea che assicura lo smaltimento ed il riciclo responsabile e sostenibile dei pannelli fotovoltaici.

Vai all'articolo precedente:Il progresso corre la Bridgestone World Solar Challenge!
Vai all'articolo successivo:L'ultima frontiera del fotovoltaico: il Tesla Solar Roof
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image